Bordighera

Oggero srl

Via Romana 40, 18012 - Bordighera

Esami disponibili

Radiologia digitale

Imago Antarix IMX-4B

La radiologia tradizionale è la metodica di diagnostica per immagini di primo livello di più ampio utilizzo. Vengono utilizzati dei raggi X per studiare le diverse strutture anatomiche.

Nei nostri studi si eseguono radiografie su tutti i distretti corporei: torace, colonna, arti inferiori e superiori. Inoltre nella nostra sede di Ventimiglia è possibile eseguire la Telespinografia/Telecolonna.

Come si effettua? Effettuare una radiografia non è doloroso, ma è importante che siano seguite tutte le istruzioni fornite dal tecnico di radiologia medica durante l’esecuzione dell’esame diagnostico. Il tecnico posizionerà il paziente per lo svolgimento dell’esame richiesto per acquisire le proiezioni necessarie allo studio. L’esame dura in genere pochi minuti.

La radiologia tradizionale prevede l'utilizzo di raggi X, quindi è opportuno non abusarne. L'esposizione a radiazioni, infatti, aumenta il rischio di tumori e leucemie in relazione alla dose, soprattutto nei bambini e nei giovani, per cui occorre in ogni caso confrontare i possibili rischi con il beneficio che ci si attende dall'indagine.

Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.

Come prepararsi al meglio per svolgere un esame radiologico?

- Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.

- Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.

- Abbigliamento: probabilmente per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, sicuramente si dovrà scoprire la parte anatomica in esame, è consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.

- Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.



Mammografia, Tomosintesi della mammella

MAMMOGRAFO CON TOMOSINTESI DELLA MAMMELLA (Hologic Selenia Dimensions)

Hologic Selenia Dimensions

Nel nostro centro è possibile effettuare insieme alla mammografia tradizionale la TOMOSINTESI della mammella: un esame che permette di effettuare uno studio stratigrafico della mammella. Questo studio permette di combinare le immagini bidimensionali della mammografia tradizionale ad uno studio tridimensionale della mammella. Grazie al movimento ad arco del tubo radiogeno si ottengono sezioni di spessore di un millimetro. Il mammografo digitale SELENIA DIMENSIONS prodotto da Hologic installato presso il nostro centro è un mammografo digitale diretto di ultima generazione che grazie all’utilizzo della tomosintesi permette di visualizzare anche lesioni di complicata individuazione che potrebbero sfuggire alla mammografia tradizionale.

Come si esegue?
La paziente viene posizionata di fronte al mammografo dal tecnico di radiologia che appoggia il seno sullo apposito piano. Una volta posizionata la paziente il tecnico inizia a comprimere gradualmente il seno della paziente. Questa procedura può provocare un leggero dolore, che tuttavia permane solo per il tempo necessario per svolgere l’esame. Il tecnico sarà sempre presente durante l’esecuzione dell’esame e la compressione del seno è graduale per facilitare la tollerabilità dell’esecuzione ed adeguata alle esigenze del paziente.

Come prepararsi al meglio per svolgere un esame radiologico?
- Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
- Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
- Abbigliamento: per svolgere l’esame la paziente è invitata a rimanere a torace scoperto e togliere collane ed orecchini.
- Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.



Ecografia mammaria

Esaote My Lab Class C

ECOGRAFO (Esaote My Lab Class C)
Gli ecografi di ultima generazione presenti nei nostri studi permettono di eseguire ecografie addominali, della tiroide, dei linfonodi, muscolo-scheletriche, mammarie, ecocolordoppler. Inoltre vengono utilizzate dai nostri medici specialisti per visite mediche cardiologiche e ginecologiche.

Come si svolge?
L’esame è eseguito dal medico radiologo, ginecologo o cardiologo che fa scorrere sulla zona del corpo da indagare, senza alcun dolore, una sonda lubrificata da un gel a base d’acqua per una durata di circa 15 minuti.

Come prepararsi al meglio per svolgere un esame radiologico?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
Abbigliamento: probabilmente per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, sicuramente si dovrà scoprire la parte anatomica in esame. E’ consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.



Ecografia internistica

Esaote My Lab Class C

ECOGRAFO (Esaote My Lab Class C)
Gli ecografi di ultima generazione presenti nei nostri studi permettono di eseguire ecografie addominali, della tiroide, dei linfonodi, muscolo-scheletriche, mammarie, ecocolordoppler. Inoltre vengono utilizzate dai nostri medici specialisti per visite mediche cardiologiche e ginecologiche.

Come si svolge?
L’esame è eseguito dal medico radiologo, ginecologo o cardiologo che fa scorrere sulla zona del corpo da indagare, senza alcun dolore, una sonda lubrificata da un gel a base d’acqua per una durata di circa 15 minuti.

Come prepararsi al meglio per svolgere un esame radiologico?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
Abbigliamento: probabilmente per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, sicuramente si dovrà scoprire la parte anatomica in esame. E’ consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.

PREPARAZIONE PER ECOGRAFIA ADDOMINALE
1. Digiuno da 6/8 ore
2. Nei giorni precedenti l’esame, se possibile, dieta povera di fibre.
3. Un’ora e mezza prima dell’esame urinare e poi bere in mezz’ora un litro di acqua naturale.
4. Non bere tè e caffè.



Ecografia muscolo-scheletrica

Esaote My Lab Class C

ECOGRAFO (Esaote My Lab Class C)
Gli ecografi di ultima generazione presenti nei nostri studi permettono di eseguire ecografie addominali, della tiroide, dei linfonodi, muscolo-scheletriche, mammarie, ecocolordoppler. Inoltre vengono utilizzate dai nostri medici specialisti per visite mediche cardiologiche e ginecologiche.

Come si svolge?
L’esame è eseguito dal medico radiologo, ginecologo o cardiologo che fa scorrere sulla zona del corpo da indagare, senza alcun dolore, una sonda lubrificata da un gel a base d’acqua per una durata di circa 15 minuti.

Come prepararsi al meglio per svolgere un esame radiologico?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
Abbigliamento: probabilmente per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, sicuramente si dovrà scoprire la parte anatomica in esame. E’ consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.



Eco-colordoppler

Esaote My Lab Class C

ECOGRAFO (Esaote My Lab Class C)
Gli ecografi di ultima generazione presenti nei nostri studi permettono di eseguire ecografie addominali, della tiroide, dei linfonodi, muscolo-scheletriche, mammarie, ecocolordoppler. Inoltre vengono utilizzate dai nostri medici specialisti per visite mediche cardiologiche e ginecologiche.

Come si svolge?
L’esame è eseguito dal medico radiologo, ginecologo o cardiologo che fa scorrere sulla zona del corpo da indagare, senza alcun dolore, una sonda lubrificata da un gel a base d’acqua per una durata di circa 15 minuti.

Come prepararsi al meglio per svolgere un esame radiologico?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
Abbigliamento: probabilmente per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, sicuramente si dovrà scoprire la parte anatomica in esame. E’ consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.

PREPARAZIONE PER ECOGRAFIA ADDOMINALE
1. Digiuno da 6/8 ore
2. Nei giorni precedenti l’esame, se possibile, dieta povera di fibre.
3. Un’ora e mezza prima dell’esame urinare e poi bere in mezz’ora un litro di acqua naturale.
4. Non bere tè e caffè.



Infiltrazioni ecoguidate
Trattamento delle calcificazioni della spalla
M.O.C. (Mineralometria Ossea Computerizzata)

M.O.C. DEXA (DMS STRATOS)
M.O.C. PER VALUTAZIONE DELLOSTEOPOROSI

M.O.C. DMS STRATOS

M.O.C. (Mineralometria Ossea Computerizzata)

L’OSTEOPOROSI

Dopo una certa età, una lenta perdita di minerali dall'osso è normale, o meglio fa parte delle numerose modificazioni che il nostro organismo subisce con l'invecchiamento. Se questa perdita è eccessiva e la massa ossea scende al disotto di determinati livelli, allora si può arrivare all'osteoporosi. Un momento critico per le donne arriva con la menopausa, tanto più se precoce o chirurgica.

COME SI ARRIVA ALL’OSTEOPOROSI
In sintesi, il rischio di arrivare all'osteoporosi è il risultato della combinazione di tre fattori:
1. Il "picco di massa ossea", il nostro capitale osseo raggiunto intorno ai 25-30 anni.
2. La velocità con cui procede la perdita di massa ossea che inevitabilmente inizia fra i 40 e i 50 anni, e in particolare, per le donne, a partire dalla menopausa.
3. La durata di questa perdita, che ovviamente dipende dalla longevità dell'individuo, e che nelle donne è tanto più lunga quanto più la menopausa è precoce.

Un corretto programma di prevenzione, basato su una dieta corretta e su una regolare attività fisica, può modificare sensibilmente i primi due fattori, e quindi ridurre significativamente i rischi di fratture ossee da osteoporosi.

I SEGNI E I SINTOMI DELL’OSTEOPOROSI

L'osteoporosi è una malattia difficile da riconoscere: il più delle volte non dà nessun segno di sè. Per questo è stata definita il "ladro silenzioso", perché ruba per anni, senza farsene accorgere, il calcio del nostro osso. Solo in alcuni casi, l'osteoporosi può accompagnarsi a dolore osseo, che però spesso si confonde e si associa con i dolori determinati da un'altra malattia molto frequente negli anziani, l'artrosi.

Purtroppo, nella maggior parte dei casi, l'osteoporosi non dà nessun segnale premonitore, e si manifesta improvvisamente con una delle tipiche fratture "da fragilità ossea" dell'anziano: fratture di polso, coste, vertebre o femore a seguito di traumi anche molto lievi e banali.

Per evitare una brutta sorpresa di questo genere ad una certa età bisogna valutare la propensione individuale all’osteoporosi. In particolare è importantissimo che questa valutazione venga fatta da tutte le donne che si avvicinano alla menopausa.

PREVENZIONE

L'osteoporosi è una malattia che in molti casi si può e si deve prevenire, e questo obiettivo si può realizzare essenzialmente con l'informazione. La "qualità" del nostro osso si determina soprattutto nei primi 25-30 anni di vita: il periodo della crescita e dello sviluppo, per cui la vera prevenzione dell'osteoporosi deve iniziare fin da giovanissimi. Chi al termine dello sviluppo ha raggiunto un elevato picco di massa ossea avrà per tutta la vita un minor rischio di osteoporosi. Ma in ogni caso: meglio tardi che mai. A qualunque età possiamo fare qualcosa per il nostro osso, e per evitare che la nostra situazione peggiori in futuro. Per cui le buone regole della prevenzione si possono mettere in opera a qualunque età.

La prevenzione dell'osteoporosi ha tre cardini:
1. Dieta ricca di calcio, adeguata all'età (latte, yogurt, formaggio e, se necessario, un integratore alimentare a base di calcio).
2. Moderata ma regolare attività fisica (la cosa più semplice è camminare di buon passo mezz'ora al giorno).
3. Normale disponibilità di vitamina D, che serve ad assorbire il calcio nell'intestino. La vitamina D si forma nella pelle per azione della luce del sole, per cui in genere basta un po' di vita all'aria aperta per avere quella che ci serve. Per gli anziani può essere indicato un supplemento di vitamina D.

Nel nostro centro è installata una nuova M.O.C. Dexa: Lo STRATOS è una apparecchiatura che combina tecnologia e conoscenza ed è una soluzione conveniente, potente e veloce per la diagnosi dell’osteoporosi. Che cos'è la MOC? La MOC - Mineralometria Ossea Computerizzata - è una tecnica diagnostica radiografica non invasiva, che misura il Contenuto Minerale Osseo (BMC) e la Densità Minerale Ossea (Bone Mineral Density o BMD) del segmento osseo in esame.

A che cosa serve la MOC?
La MOC permette un’accurata misurazione della massa ossea che viene rilevata e quantificata secondo una classificazione proposta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Grazie a questo esame si può valutare il profilo globale della salute dell’osso e fare quindi una diagnosi precoce di osteoporosi. La valutazione della massa ossea può essere effettuata a livello del femore e della colonna lombosacrale.

Come si svolge?
il paziente viene fatto sdraiare su un lettino dove lo strumento di emissione dei raggi X, situato sotto il materassino, è accoppiato a un braccio mobile che contiene il rilevatore dei raggi e che scorre lungo il corpo. Tuttavia la dose utilizzata per lo svolgimento di questo esame è bassissima.

Come ci si prepara?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
Abbigliamento: probabilmente per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, sicuramente si dovrà scoprire la parte anatomica in esame. E’ consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.
Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.

Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.

MOC PER VALUTAZIONE DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA

Questo esame valuta la tua composizione corporea con STRATOS DR. La MOC DEXA fornisce un’analisi accurata e precisa.

Fare un'analisi della composizione corporea vi dirà sempre in modo preciso:
- qual è la vostra percentuale di grasso corporeo
- quanti chilogrammi di grasso e muscoli possedete
- come pianificare una dieta ed un allenamento mirato

Prima dell'elaborazione di una terapia alimentare è utile effettuare un'attenta valutazione della composizione corporea che permette di impostare una dieta finalizzata non solo alla perdita di peso, ma a quantificare in che modo variano i diversi compartimenti corporei del paziente.
L’analisi di composizione corporea consente di misurare esattamente la massa grassa (tessuti adiposi), la massa magra (muscoli, organi e liquidi) e la massa ossea su tutto il corpo e contemporaneamente, permette di individuarne la distribuzione su alcune regioni di interesse, quali addome, glutei, arti inferiori ed arti superiori.

Questo tipo di misurazione supera i tradizionali metodi di misura (indice di massa corporea, impedenziometria…). Garantisce infatti precisione ed accuratezza tali da porre lo specialista nella condizione di stabilire eventuali diete, terapie e training personalizzati e soprattutto di verificarne l’efficacia nel tempo. E’ utilissima dunque per la valutazione dello stato nutrizionale degli sportivi e degli atleti.

E' inoltre una metodica che non presenta rischio radiologico in quanto la dose di esposizione è minima (equivalente a quella di un viaggio aereo internazionale). Di conseguenza è un'indagine che può essere ripetuta frequentemente al fine di controllare in maniera ravvicinata l'andamento della composizione corporea.

L’analisi di composizione corporea risulta dunque un valido ausilio clinico per la valutazione ed il trattamento di patologie quali obesità, anomalie dello sviluppo, ipertiroidismo primitivo e secondario, anoressia, disturbi alimentari, sarcopenia, celiachia, fibrosi cistica, disfunzioni renali croniche, distrofia muscolare oltre che per il monitoraggio di diete, allenamenti sportivi e riabilitazione.
La massa magra è costituita dai muscoli ed influenza notevolmente il metabolismo. Infatti più muscoli abbiamo, più calorie bruciamo, sia a riposo che in attività. Ecco perché è bene, per perdere peso, combinare alla dieta e ad una attività aerobica, esercizi con i pesi.
La massa grassa è il tessuto adiposo, è poverissimo di acqua e non brucia calorie, cioè è assolutamente inerte. Una certa quantità di grasso è comunque necessaria: sia come scorta energetica, sia per il buon funzionamento dei processi fisiologici umani. La percentuale di grasso ideale è del 10/15% per l’uomo e del 17/22% per la donna.

Grazie alla valutazione della composizione corporea, i pazienti sanno immediatamente quali rischi corrono e possono seguire l’evoluzione dei trattamenti cui vengono sottoposti.

Come si svolge?
il paziente viene fatto sdraiare su un lettino dove lo strumento di emissione dei raggi X, situato sotto il materassino, è accoppiato a un braccio mobile che contiene il rilevatore dei raggi e che scorre lungo il corpo. Tuttavia la dose utilizzata per lo svolgimento di questo esame è bassissima.

Come ci si prepara?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti.
Abbigliamento: probabilmente per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, sicuramente si dovrà scoprire la parte anatomica in esame. E’ consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.
Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.

Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.



TC Cone Beam (dentale, orecchio, massiccio facciale)

Planmeca Promax 3D Plus Ceph

TC Cone Beam

TC cone beam (dentale, massiccio facciale, seni paranasali, naso e orecchio).
La TC volumetrica cone beam permette di acquisire un volume durante un’unica rotazione del complesso sorgente radiogena-rivelatore. E’ in grado di ottenere immagini di ottima qualità delle strutture odonto-maxillo-facciali con dosi di radiazioni inferiori alle TC tradizionali (da 5 a 20 volte inferiori).

Come si svolge?
Il paziente viene posizionato tramite dei supporti in maniera corretta per l’acquisizione del volume oggetto di studio. L’apparecchiatura compie una rotazione di 360 gradi intorno al paziente. Al paziente è richiesto solamente di rimanere fermo durante tutta la durata della procedura. L’esame dura in tutto pochi minuti, ma la fase di acquisizione della immagini dura circa 20 secondi.

Perché si esegue?
Il principale utilizzo di questo esame è per implantologia dentale perché permette uno studio tridimensionale delle arcate dentarie in modo che il dentista possa al meglio pianificare l’intervento chirurgico valutando la sede, il tipo dell’impianto ed il possibile conflitto con altre strutture anatomiche come il nervo mandibolare ed i seni mascellari. E’ spesso utilizzato anche per pianificare delle estrazioni dentali, per lo studio di seni paranasali, orecchio, naso e gola.

Come ci si prepara?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
Abbigliamento: non è richiesta alcuna preparazione allo svolgimento di questo esame, tuttavia prima della esecuzione dell’esame sarà necessario rimuovere eventuali orecchini, piercing, collane, forcine per capelli ed eventuali protesi mobili presenti in bocca.
Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.

Questo esame prevede l'utilizzo di raggi X, quindi è opportuno non abusarne. L'esposizione a radiazioni, infatti, aumenta il rischio di tumori e leucemie in relazione alla dose, soprattutto nei bambini e nei giovani, per cui occorre in ogni caso confrontare i possibili rischi con il beneficio che ci si attende dall'indagine.
Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.
Radiologia Odontoiatrica (Panoramica dentale, Cefalometria, ATM)

RADIOLOGIA ODONTOIATRICA (Planmeca Promax 3D Plus Ceph)

Planmeca Promax 3D Plus Ceph

1. Radiografia delle arcate dentarie (panoramica dentaria)

L'ortopantomografia, detta più comunemente panoramica dentale, è un esame radiologico che permette di ottenere un'immagine dei denti, delle arcate dentarie e delle ossa mascellari e mandibolari. E’ un’indagine rapida, non invasiva e non dolorosa. Tale esame permette di ottenere una rappresentazione “panoramica” di queste strutture, le quali rimarranno visualizzate su una singola immagine radiografica. La panoramica dentale può essere quindi considerata un esame di primo livello, utile per formulare una diagnosi corretta e definire il percorso terapeutico più appropriato.

La panoramica dentale è uno strumento diagnostico di fondamentale importanza nei seguenti casi:

- Pianificare il trattamento ortodontico
- Valutazione odontoiatrica prima e dopo interventi implantologici
- Studio dei denti del giudizio (ottavi) per valutarne e pianificarne l’estrazione
- Studio delle arcate dentarie in pazienti pediatrici
- Studio di granulomi e cisti ossee

Come si svolge?
Per acquisire in una unica immagine le arcate dentarie l’apparecchiatura dovrà ruotare intorno al capo del paziente (pochi secondi). Durante l’esame il paziente sarà invitato a mordere un supporto con gli incisivi anteriori per assicurare la corretta posizione del paziente e la immobilità della testa.

Come ci si prepara?
- Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
- Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
- Abbigliamento: non è richiesta alcuna preparazione allo svolgimento di questo esame, tuttavia prima della esecuzione dell’esame sarà necessario rimuovere eventuali orecchini, piercing, collane, forcine per capelli ed eventuali protesi mobili presenti in bocca.
- Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.

Questo esame prevede l'utilizzo di raggi X, quindi è opportuno non abusarne. L'esposizione a radiazioni, infatti, aumenta il rischio di tumori e leucemie in relazione alla dose, soprattutto nei bambini e nei giovani, per cui occorre in ogni caso confrontare i possibili rischi con il beneficio che ci si attende dall'indagine.
Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.



2. Teleradiografie del cranio (cefalometria)
La radiografia cefalometrica è un esame utilizzato nella pianificazione del trattamento ortodontico e permette di acquisire un’immagine completa del cranio e del collo. La lastra viene effettuata in condizioni standardizzate per poterla confrontare con eventuali lastre successive che potrebbero servire alla fine di un trattamento ortodontico.

Come si effettua?
Il paziente viene posizionato tramite dei supporti che lo aiutano a mantenere l’immobilità e l’immagine viene acquisita tramite uno scorrimento laterale che dura pochi secondi.

Perché si esegue?
La cefalometria è uno strumento diagnostico di fondamentale importanza nei seguenti casi:
- Analizzare possibili disordini temporomandibolari
- Valutare le cause dell’eccessivo disallineamento dei denti, specialmente nei casi di retrusione mandibolare o malocclusione di terza classe
- Diagnosticare fratture di denti e mascella
- Misurare in modo preciso i denti e le loro radici
- Pianificare il trattamento ortodontico


Come ci si prepara?
- Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
- Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
- Abbigliamento: non è richiesta alcuna preparazione allo svolgimento di questo esame, tuttavia prima della esecuzione dell’esame sarà necessario rimuovere eventuali orecchini, piercing, collane, forcine per capelli ed eventuali protesi mobili presenti in bocca.
- Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.

Questo esame prevede l'utilizzo di raggi X, quindi è opportuno non abusarne. L'esposizione a radiazioni, infatti, aumenta il rischio di tumori e leucemie in relazione alla dose, soprattutto nei bambini e nei giovani, per cui occorre in ogni caso confrontare i possibili rischi con il beneficio che ci si attende dall'indagine.
Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.



3. Radiografia ATM (articolazione temporo mandibolare)
La radiografia della articolazione temporo-mandibolare (ATM) è un esame radiografico digitale utilizzato per osservare lo stato della articolazione della mandibola con il cranio per valutare eventuali stati patologici.

Come si esegue?
Il paziente viene posizionato su un apposito sostegno e rimane immobile per pochi secondi per permettere all’operatore di acquisire l’immagine. L’esame prevede che siano acquisite due immagini una a bocca chiusa ed una a bocca aperta per valutare le differenti posizioni nella masticazione.

Come ci si prepara?
- Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
- Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
- Abbigliamento: non è richiesta alcuna preparazione allo svolgimento di questo esame, tuttavia prima della esecuzione dell’esame sarà necessario rimuovere eventuali orecchini, piercing, collane, forcine per capelli ed eventuali protesi mobili presenti in bocca.
- Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.

Questo esame prevede l'utilizzo di raggi X, quindi è opportuno non abusarne. L'esposizione a radiazioni, infatti, aumenta il rischio di tumori e leucemie in relazione alla dose, soprattutto nei bambini e nei giovani, per cui occorre in ogni caso confrontare i possibili rischi con il beneficio che ci si attende dall'indagine.
Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.



Risonanza magnetica articolare e vertebrale

RISONANZA MAGNETICA ARTICOLARE E VERTEBRALE (Esaote S-scan)

Esaote S-scan

Nel nostro centro in Via Romana 40 a Bordighera è installata un’apparecchiatura di risonanza magnetica con architettura di tipo aperto: l’S-Scan.

Si tratta dell'ultima novità in fatto di imaging articolare, una risonanza a basso campo magnetico che abolisce i tubi chiusi ed il disagio per i pazienti claustrofobici consentendo però l'esecuzione rapida di esami a carico delle articolazioni di spalla, gomito, polso, mano, ginocchio, caviglia e piedi. Oltre a coprire l’intera anatomia muscolo-scheletrica include i segmenti della spina dorsale più importanti (colonna cervicale e lombare).
Le immagini ottenute hanno un'altissima definizione e sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza diagnostica.

Come si svolge?
Per eseguire l’esame al paziente viene chiesto solo di distendersi su un lettino e di restare fermo e rilassato per tutta la durata dell’esame (30 minuti circa).

Come prepararsi al meglio per svolgere un esame radiologico?
Richiesta medica: se avete una richiesta del medico portatela sempre con voi perché può contenere informazioni importanti relative al quesito clinico ed è utile per una buona diagnosi.
Esami precedenti: ricordatevi di portare con voi gli esami già svolti. In particolare quelli relativi al distretto corporeo che dovrete andare a studiare.
Abbigliamento: per svolgere l’esame dovrete spogliarvi, è consigliato presentarsi con un abbigliamento in cotone (non in lana) senza parti di metallo o altri materiali. E’ consigliato indossare un abbigliamento comodo per spogliarsi.
Per le donne in età fertile: se avete il dubbio di poter essere in stato interessante effettuate un test di gravidanza prima di recarvi ad effettuare l’esame radiologico.

Controindicazione assoluta allo svolgimento dell’esame è costituita dallo stato di gravidanza.





Modalità di prenotazione

REGIME PRIVATO

Per eseguire gli esami di diagnostica per immagini è possibile prenotare gli appuntamenti recandosi presso una delle nostre strutture oppure contattando direttamente i nostri centri.

Oggero Srl

Via Romana, 40
Bordighera
0184 261331

incorsoitalia medica snc

P.zza Cesare Battisti, 34
Ventimiglia
0184 238609

PRENOTAZIONE CUP LIGURIA

È possibile eseguire esami di diagnostica per immagini prenotati tramite CUP Liguria esclusivamente presso lo studio radiologico OGGERO SRL in via Romana 40 a Bordighera, utilizzando la richiesta del medico curante.

Per prenotare seguire uno dei 4 punti sottostanti.

La prenotazione tramite CUP LIGURIA può essere effettuata:
  • telefonicamente al 800-098543 (dal lunedì al venerdì ore 8.00-18.00)
  • presso gli sportelli CUPA presenti nei Distretti Sanitari o le accettazioni degli Ospedali
  • presso lo studio del medico curante (se attivo il servizio di prenotazioni)
  • presso le farmacie che hanno attivo il servizio di prenotazione.
Per ulteriori informazioni sulle modalità di prenotazione dell’Asl 1: CLICCA QUI.

Dottori specialisti in ambito radiologico

Dott. Paolo Oggero

Medico Radiologo


Visualizza Curriculum
Nato il 03/01/1954 a Bordighera

Laurea in Medicina e Chirurgia il 14/04/1980 presso Università degli Studi di Genova.

Specializzazione in Radiodiagnostica presso Università degli studi di Genova l’11/07/1984.

Specializzazione in Radioterapia Oncologica presso Università degli studi di Genova il 09/07/1986.

Diploma nazionale in ecografia SIRM presso Università degli Studi di Genova.

Diploma Europeo EIAR in ecografia Clinica a Trieste.

Medico interno/specializzando c/o Cattedra di Radiologia presso Ospedale San Martino di Genova

Medico radiologo all’ospedale Bussana di Sanremo con docenza nel corso di diploma dei tecnici di radiologia medica dal 1982.

Dal 1984 Medico radiologo all’ospedale civile di Sanremo, assistente fino al 1987, quindi aiuto responsabilità di modulo dipartimentale in TAC, primario f.f. fino al 2003.

Libero professionista presso Oggero srl

Dott.ssa Gabriella Rovere

Medico Radiologo


Visualizza Curriculum
Nata il 26/05/1951 ad Albenga

Laurea in Medicina e Chirurgia presso Università degli Studi di Pavia il 07/01/1980

Diploma in Ecografia Internistica (C.A.E.I.) a Genova il 15/01/1987

Specializzazione in Radiodiagnostica presso Università degli Studi di Genova il 15/07/1987

Certificat Europeen D’echographie Clinique il 2/11/1992

Assistente Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dal 1981 al 1990

Direttore medico 1° livello Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dal 1990 al 1996

Direttore medico di 1° livello presso Ospedale San Paolo di Savona dal 1196 al 1999

Direttore Medico di 1° livello presso la Neuroradiologia dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure dal 1999 al 2012

Dott.ssa Simona Morello

Medico Radiologo


Visualizza Curriculum
Nata il 07/09/1969 a Torino

Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1994 106/110 e dignità di stampa presso Università degli Studi di Torino
Diploma di specializzazione i Radiodiagnostica e Scienze della Immagini nel 1999 con punti 70/70
Diploma in Heileurythmie fuer Aertzte a Unterlengenhardt (Germania) nel 2013
Master in Mediazione Familiare nel 2019
Assistente Medico di Radiologo presso Asl3 di Torino Ospedale Amedeo di Savoia di Torino 9/11/94-31/12/94
Dirigente Medico di Radiologo presso Asl3 di Torino Ospedale Amedeo di Savoia di Torino 1/1/1995-8/7/1995 20/10/95-17/12/95
Dirigente medico di struttura semplice Radiologia U.O.A. Radiodiagnostica II di Pronto soccorso a tempo determinato 16/2/2000-30/9/2000
Dirigente medico di struttura semplice Radiologia U.O.A. Radiodiagnostica II di Pronto soccorso a tempo indeterminato 1/10/2000-8/1/2003
Assistente struttura complessa fascia PS S.C. Radiodiagnostica DEA 2 a tempo indeterminato dal 8/1/2003-31/8/2003
Lettore screening mammografico delle città di Mondovì, Savigliano e Ceva dal 2004 e della città di Torino dal 2004 e della città di Torino dal 2010 al 2012
Consulente presso il Servizio si Senologia Diagnostica dell’ospedale Valdese di Torino dal 1/9/2003 al 31/12/2012
Consulente presso il servizio di risonanza magnetica della mammella del Polimabulatorio Statuto di Torino dal 2007
Libera professionista presso gli studi di Prevenia (dal 2000) ed Examina di Torino e Rivoli dal 2007
Libera professionista presso gli studi Cidimu-Riba di Torino, Genova, Cuneo e presso l’unità mobile dal 2017
Libera professionista presso lo studio Oggero srl di Bordighera dal 2019

Dott. Stefano Baudino

Tecnico Sanitario di Radiologia Medica


Visualizza Curriculum
Nato il 17/08/1991 a Sanremo (IM)

Diploma di scuola superiore Liceo Scientifico G.D. Cassini Sanremo nel 2010

Laurea in Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia il 17/11/2014 presso Università degli Studi di Genova

Tecnico di radiologia medica presso Oggero s.r.l. da agosto 2016

Dott. Andrea Sciolla

Tecnico Sanitario di Radiologia Medica


Visualizza Curriculum
Nato il 01/03/1988 a Mondovì

Laurea in Tecnico di radiologia medica per immagini e radioterapia presso l’Università degli studi di Torino, Facoltà di Medicina e Chirurgia, sede di Cuneo

Diploma di scuola superiore Liceo Scientifico G. Vasco Mondovì 2007

Attualmente impiegato presso:
Studio Medico Radiologico Oggero s . r . l ., Via Romana 40, Bordighera (IM)
CIDIMU S.p.a, Via Cascina Colombaro 37, Cuneo (CN)
Centro Medico BIOS, Via G.B. Beccaria 16, Mondovì (CN)

Dott.ssa Elena Vignali

Tecnico Sanitario di Radiologia Medica


Visualizza Curriculum
Nata il 25/01/1992 a Sanremo

Diploma di scuola superiore Liceo Classico – Liceo A. Aprosio Ventimiglia Settembre 2005 - Giugno 2010 80/100

Laurea in “Tecniche do Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia” conseguita il 27/11/2016 presso Università degli Studi di Torino, Facoltà di Medicina e Chirurgia 98/110

Master di I° livello in Competenze Specialistiche in Risonanza Magnetica per il Tecnico di Radiologia Medica conseguito il 12 settembre 2016 presso Università degli Studi di Genova, Facoltà di Medicina e Chirurgia 110/110elode

Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento nell’area delle professioni sanitarie” presso UniPegaso Area Sanità – in corso

Tecnico sanitario di Radiologia medica presso incorsoitalia medica snc dal 22 gennaio 2015 - presente

Tecnico sanitario di Radiologia medica e responsabile della gestione presso Oggero s.r.l. dal 21 aprile 2016